· 

NETILÀT YADÀYIM DEL MATTINO

BERAKHÒT ~ BENEDIZIONI

🌸 Netilàt Yadàym del Mattino 🌸

Perché eseguire la Netilà mattutina

Quando gli umani si svegliano al mattino sono come degli esseri appena creati, per tale motivo essi devono purificarsi lavandosi le mani come faceva il kohèn~sacerdote nel Santuario. Inoltre, durante il sonno, quando l'anima si stacca dal corpo, uno spirito d'impurità pervade il corpo e, quando si risveglia, lo spirito d'impurità si ritira da tutto il corpo ad eccezione delle dita. Da queste ultime non si stacca fintanto che non ci si versi sopra dell'acqua per tre volte, alternativamente.

Accessori Netilàt Yadàim mattutina

Kelì

Catino

Asciugamano

Borraccia


Procedura Netilàt Yadàim mattutina

  1. La notte, prima di coricarti, vai al lavello della cucina e riempi il catino d'acqua. Inoltre, se necessario, approfittane per riempire d'acqua la borraccia dato che potrebbe essere utile in caso di necessità. Ogni tanto effettua un controllo del suo stato di riempimento; se non risulta piena fino all'orlo effettua un rabbocco.
  2. Appoggia il catino pieno d'acqua su di un tavolino posizionato ad una distanza non superiore a 2 metri dal letto. Deve essere facilmente accessibile ed appartato.
  3. Assicurati che sul tavolino, oltre al catino, vi sia appoggiato il kelì, un piccolo asciugamano, e la borraccia.
  4. Al tuo risveglio assicurati di non toccare alcun orifizio, né tuo, né di chi ti è accanto, prima di effettuare l'abluzione delle mani. Non toccare la bocca, non toccare il naso, né gli occhi, né le orecchie, e soprattutto non toccare cibo.
  5. Al tuo risveglio assicurati che le tue mani e le tue dita siano completamente prive di anelli o altri rivestimenti affinché non vi sia alcuna separazione fra la pelle e l'acqua. Per la medesima ragione assicurati di avere le mani perfettamente pulite, senza alcuna eventuale sporcizia che vi abbia aderito durante la notte.
  6. Assicurati che l'acqua del catino sia pulita e limpida. Se ciò non fosse, utilizza l'acqua contenuta nella borraccia di emergenza. Se sei in viaggio, e se ila tua camera/alloggio non risulta munita di cucina (con lavello), utilizza sempre la borraccia.
  7. Riempi il kelì fino all'orlo con l'acqua contenuta nel catino (o eventualmente con l'acqua contenuta nella borraccia).
  8. Prendi il kelì pieno d'acqua con la mano destra e passalo alla mano sinistra. Non è necessario appoggiarlo.
  9. Tenendo il kelì con la mano sinistra, lava la mano destra in modo da versare su di essa almeno un reviìt (86 ml) di acqua bagnando l'intera superficie della mano fino al polso.
  10. Appoggia il kelì per evitare che la mano destra riceva il kelì direttamente dalla sinistra.
  11. Riprendi il kelì con la mano destra ed eventualmente riempilo nuovamente se non contiene acqua a sufficienza per il lavaggio della mano sinistra.
  12. Tenendo il kelì con la mano destra, lava la mano sinistra in modo da versare su di essa almeno un reviìt (86 ml) di acqua bagnando l'intera superficie della mano fino al polso.
  13. Ripeti la medesima operazione (dal punto 8) in modo tale che le mani vengano lavate alternativamente, prima la destra e poi la sinistra, per tre volte.
  14. Abbi cura che la mano già lavata non tocchi quella non ancora lavata, altrimenti bisogna compiere nuovamente l'operazione anche sulla mano già lavata.
  15. Strofina fra loro le mani lavate, in modo da scolare l'acqua presente su di esse, per tre volte.
  16. Avendo cura di tenere le dita rivolte verso l'alto, porta le mani all'altezza del viso e recita la berachà àl netilàt yadàim.
  17. Asciuga bene le mani utilizzando l'asciugamano apposito.
  18. L'acqua utilizzata non può essere destinata a nessun uso e non può essere nemmeno buttata nel lavello della cucina. Va semplicemente gettata nel WC.
  19. Evita di urtare con le mani quelle di chi ancora non avesse compiuto la Netilàt Yadàim.

Kelì

Usare un recipiente con due manici (kelì) per evitare il contatto fra una mano e l'altra. La sua capienza non deve essere inferiore ad un reviìt cioè a 86 ml.

  • Il kelì che uso ogni mattina è in morbido silicone ed ha una capienza pari a 240 ml. Le sue dimensioni ridotte lo rendono comodo e pratico anche quando viaggio.


Catino

Usare un piccolo catino per contenere l'acqua. 

  • Il catino che uso ogni mattina è in morbido silicone. Oltre ad essere molto capiente, risulta comodissimo quando viaggio dato che può essere richiuso in un secondo. Premendone il bordo si impacchetta a fisarmonica occupando così pochissimo spazio.


Asciugamano

Usare un piccolo asciugamano. Assicurati che sia pulito e integro. Effettua un suo lavaggio settimanalmente ed assicurati che sia sempre posizionato nel tavolino da Netilàt Yadàim.

  • L'asciugamano che uso ogni mattina è di dimensioni 25 cm x 25 cm. Le sue dimensioni ridotte lo rendono comodo e pratico anche quando viaggio.


Borraccia

Riempire una borraccia esclusivamente con acqua fuoriuscita dal rubinetto del lavello della cucina. Non usare l'acqua fuoriuscita dal rubinetto del lavabo del bagno.

  • La borraccia che uso in caso di necessità ha una capienza pari a 750 ml. Le sue dimensioni ridotte, e la sua ottima resistenza agli urti, la rendono perfetta anche quando viaggio.


FREE DOWNLOAD


🌸 BOOK CLUB 🌸

Let's read together a vast collection of unmissable books to keep our thirst for knowledge alive! Let's sit down, sip a good coffee and eat a tasty cookie. Happy reading to all book lovers!


Write a comment

Comments: 0